Le norme di sicurezza anti-COVID non fermano le nostre attività. Da oggi in poi, infatti, proseguiremo le nostre attività anche a distanza.

In attesa dei fondi, per poter cominciare a mettere in pratica le attività che abbiamo fino ad ora progettato assieme agli abitanti del Borgo, abbiamo deciso di riunirci ogni due settimane su Skype, in modo da tracciare i bilanci delle nostre attività.

Anche i rapporti con il Borgo Orefici non si interrompono: grazie alla lista dei numeri degli amministratori di condominio fornitaci da Ilaria, della Scuola “La Bulla”, sfrutteremo questo periodo di stop per poter.

Abbiamo anche una bella novità: la voce del nostro progetto è arrivata fino a Dublino e Londra: Michela Curcio e Cristiana Orlando, due ragazze residenti all’estero, hanno deciso di tradurre gratuitamente le nostre targhe. Un grazie va alla gioielleria Salvati, che ci ha messo in contatto con queste due persone dopo aver conosciuto il nostro progetto.

Questa è la solidarietà che fa bene a Napoli. Avanti così!