Era un momento sognato, desiderato, atteso da due mesi. Dovevamo continuare le nostre inaugurazioni a settembre, poi rinviato ad ottobre per covid. E di lì siamo finiti nel purgatorio della zona rossa. Speravamo di poter fare un grandissimo evento che coinvolgesse l’intero quartiere, ma i nostri desideri sono rimasti frustrati. Ci siamo però impegnati fortemente a svolgere attività di divulgazione online, includendo convegni, interviste e scambi culturali per divulgare l’iniziativa.

Ecco perché la giornata di oggi è un vero miracolo, oltre che motivo di gioia e speranza: finalmente abbiamo montato altre 10 targhe! Ad aiutarci nell’impresa ci hanno pensato Francesco Paolo Esposito, 28enne residente del Borgo Orefici, e i negozianti che abbiamo coinvolto nella nostra iniziativa, che ci hanno aiutato a montare le targhe sui muri.

 

Per l’occasione abbiamo provveduto anche ad intrattenere passanti e residenti, guidandoli in un primo tour nel percorso realizzato con le prime 20 targhe montate. Se tutto andrà bene, pianifichiamo di fare l’ultimo montaggio dopo natale, per riuscire a chiudere in extremis l’intero progetto. Ce la faremo!