Si sogna di migliorare il volto un quartiere, si progetta il modo per farlo, i cittadini si autotassano realizzare il sogno. Si potrebbe riassumere così la storia della targa delle Birrerie Meridionali di Corso Amedeo dedicata alla storia dell’ex stabilimento più noto come Birreria Peroni.

Un evento straordinario in cui i residenti della zona, dopo aver letto la nostra storia dello stabilimento di Capodimonte della Birreria Partenopea, hanno deciso di organizzarsi spontaneamente autotassandosi per poter raccogliere i fondi sufficienti per finanziare la targa, ispirati dal modello creato dal progetto “Targhe nel Borgo Orefici”.

 

Un’operazione iniziata e realizzata in tempi da record senza politica e propaganda.Per raccogliere fondi necessari per realizzare la targa sono serviti esattamente 4 giorni e due post su Facebook: uno sul gruppo dei residenti di Capodimonte e un altro su Storie di Napoli. La gara di generosità è diventata virale, tanto da raccogliere quasi 100 euro in più oltre la cifra prescelta: i soldi sono stati destinati all’acquisto di beni di prima necessità per i senzatetto e le persone bisognose del quartiere.

Questa è la dimostrazione più potente, forte e tangibile dell’efficacia del nostro progetto di cambiamento urbano.

Siamo ancora felicemente sconvolti nell’immaginare di aver generato un entusiasmo tale da poter creare un’onda di cambiamento positivo in città.

Dal Borgo Orefici a Capodimonte. È solo l’inizio.

 

 

Nelle foto: due residenti montano la targa; Carlo Restaino spiega agli abitanti del quartiere e ai curiosi la storia della targa che stiamo montando.