Descrizione Progetto

https://youtu.be/HnkVe7d-4t0

Italiano

Luciana Panifici, nata a Napoli nel 1943, era solo una bambina quando, all’età di un anno, fu arrestata a Cerasomma e deportata nel campo di sterminio di Auschwitz. Non fece mai più ritorno a Napoli, divenendo così la vittima più giovane delle leggi razziali. Questa via prima era intitolata a Gaetano Azzariti, giurista napoletano nato nel 1881. Per venti anni a capo del Ministero di Grazia e Giustizia per volontà di Mussolini, firmò il Manifesto della Razza e divenne Presidente del Tribunale della Razza. Finita la guerra Azzariti si dichiarò antifascista, partecipò alla scrittura della Costituzione del 1948, prese parte alla Commissione Nazionale per l’epurazione dei fascisti e nel 1957, su proposta di Palmiro Togliatti, diventò il primo presidente della Corte Costituzionale.

https://youtu.be/Gbl8DSBFao8

English

Luciana Pacifici, born in Naples in 1943, was only 8 months old when she got arrested in Cerasomma and deported to the Auschwitz camp.
She never came back to Naples, becoming the youngest victim of the racial laws. Previously this street was named after Gaetano Azzariti, a Neapolitan jurist born in 1881. For twenty years he headed the Ministry of Grace and Justice by Mussolini’s will, he signed the Manifesto of the Race and became President of the Race Court. After the war, Azzariti declared himself anti-fascist, participated in the writing of the 1948 Constitution, he took part in the National Commission for the purge of fascists and in 1957, on the proposal of Palmiro Togliatti, became the first president of the Constitutional Court.